Commodo ancòr

Ciao a tutti,

stamattina siamo andati a Commodo, Nicola e Max., e nel pomeriggio era previsto l’incontro a Svaporub con i bresciani.

Ebbene, ora vi racconto.

Innanzitutto abbiamo messo in sicura l’ingresso, bloccando una grata, comunque facilmente estraibile. Il tutto é rivestito con un telo bloccato (color verde… in sintonia con l’ambiente), in modo da evitare che la pioggia trasformi l’ingresso in un incubo iniziale.

Di sicuro sarà ancora da sistemare nei passaggi terrosi sotto.

Armiamo finalmente il nuovo pozzo da scendere. Al”ingresso fa caldo, ma Commodo comunque butta debolmente fuori. Ci organizziamo e mentre armo, Nicola filma tutto.

Il P15 é bello. In pieno giunto di strato. Si chiama Mangiapunte.

Faccio un traversicchio pendolato per andare sopra la verticale, e sento un flusso d’aria più fresco che sale dal basso. Mi auguro a questo punto di non sbagliare, e anche se sotto non si vede nulla, comincio già a immaginare che quell’aria profumi già di familiare…

A cinque metri da terra la temperatura interna cambia decisa, e appena atterro vedo che sotto uno spigolo, la frattura é intasata, ma continua. La base del pozzo comunque non é piccola.

Sotto il detrito c’é un saltino, e l’aria arriva da lì.

Nicola scende e comincia ad allargare il passaggio sottostante, ma un grosso macigno impedisce proprio di lavorare con metodi manuali. Rilevo quanto riusciamo a vedere sotto, e cioé che scende ancora per sette Metri, e poi verticalizza. Non é largo e c’é molto detrito da estrarre, ma Commodo scende ancora.

Siamo contenti.

Dislivello -30 e già una cinquantina di metri di sviluppo.

Disarmiamo tutto e usciamo.

L’orario si é un po’ prolungato, e arriviamo a Svaporub incontrando i bresciani sulla strada del ritorno. Una bella squadretta con anche quattro freschi neo corsisti.

Mi carico la Lada del loro materiale perché hanno lavorato con un gruppo elettrogeno ed erano veramente carichi.

Da loro report, ora il percorso é stato allargato, e quindi il materiale si riesce a portare fuori con più facilità, ma bisogna mettere alcune reti di sicura a metà percorso. Il fondo é stato allargato, ma per forza di cose ora é pieno di detrito. Per la prossima volta sono già previste parecchie estrazioni di materiale dal fondo a fuori. Svaporub oggi aspirava debolmente e anche loro hanno visto che dopo circa 5 metri, la struttura tende a scendere e sembra che verticalizzi.

In generale, il sistema oggi era in pieno circuito invernale, ma debolissimo.

L’idea ora é di proseguire ancora a Commodo e probabilmente entrando sabato notte.

Anche i bresciani forse andranno ancora a Svaporub.

Appena so di più su orari e appuntamenti del prossimo week, avviso tutti.

Bella sorpresa Commodo…

Max

 

Related posts